Concorso letterario: Tre frasi per raccontare

PennaIl mio obiettivo finale è raggiungere 100 racconti su questo blog. Scrivere un racconto breve richiede maestria. Certo semplicemente riempire il foglio, o lo schermo, di 300 parole è facile, il difficile sta nel catturare l’attenzione del lettore in poco spazio e trasmettergli un’emozione o lasciargli qualcosa su cui riflettere, qualcosa che lasci il segno. È per questo che voglio dare vita a questo piccolo concorso letterario, chiamato “Tre frasi per raccontare”. L’idea è di scrivere un racconto di tre frasi massimo, non una frase in più. In questo modo, si spera, lo scrittore darà più peso alle proprie parole, stando attento ad esprimersi in modo chiaro e conciso, riuscendo lo stesso a “comunicare” con il lettore.

Le regole sono semplici:

  1. Scrivi uno o più racconti di tre frasi al massimo.
  2. Pubblicali sul tuo blog con un link a quest’articolo. Se non hai un blog puoi usare pen.io oppure semplicemente scrivere nei commenti qui sotto.
  3. Includi un link per ogni altro partecipante che conosci.
  4. Quando hai fatto, aggiungi ai commenti di questo articolo il link del tuo articolo.

Per darti un’idea, ecco qualche racconto:

  1. In una giornata piovosa, camminavo per strada senza ombrello. All’improvviso non sento più i vestiti bagnati, solo un ultimo suono di un clacson.
  2. Mi ero perso nel deserto. Mi stavo sciogliendo sotto il sole, quando, ad un tratto, trovo sollievo sotto una grande ombra circolare.
  3. Passo più ore da sveglio di quante ce ne sono in una giornata. Mi alzo più volte di quante mi siedo.
  4. Quattro superò cinque, che sebbene fosse rimasto indietro era comunque primo.
  5. 3 era positivo, finché non gli hanno sottratto 4 cose, rendendolo negativo al pari di -2 che lo era prima di lui. Incontra π con cui si moltiplica, dando vita a un amore irrazionale. A un certo punto pensa di essere in un mondo immaginario, dato che vede una radice quadrata. In breve: √((3-4-1)*π)

Pensi di riuscirci? Mettiti alla prova!

Annunci

2 thoughts on “Concorso letterario: Tre frasi per raccontare

  1. Mariagrazia Dessi ottobre 5, 2016 / 01:10

    Scesa al capolinea, appena messo i piedi in terra, vedo, tracciato con il gesso bianco, proprio a partire dalla porta della metro, un percorso simile a una campana, gioco che ha accompagnato tutta la mia infanzia. D’istinto l’ho seguito, pensando che mi portasse fuori dalla stazione. Con mia grande sorpresa, l’ultima linea, quella del cielo, finiva, invece, di fronte a un’altra porta della stessa vettura dalla quale ero appena scesa.

    • Anonima novembre 15, 2016 / 01:25

      Bhè cosa ne penso ?
      La vita e molto strana,
      ma strana davvero, ci sono tante cose che
      non smetti mai di imparare.
      Sai ci sono cose belle e cose brutte,
      quelle belle che incontri gente fantastica e speciale,
      quelle brutte posso dire ne sono tante,
      ma dobbiamo avere sempre la forza di rialzarci sempre
      nonostante tutto,
      rimarrà solo un ricordo nel tuo cuore …

Cosa ne pensi...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...